L'America si ferma per ricordare l'11 settembre. E scatta l'allarme terrorismo

·2 minuto per la lettura
REUTERS/Jason Cohn JC
REUTERS/Jason Cohn JC

Sono passati vent'anni dall'11 settembre 2001, il giorno più nero della storia degli Stati Uniti, quando quattro aerei di linea appartenenti a due delle maggiori compagnie statunitensi, la United Airlines e l'American Airlines, furono dirottati da diciannove terroristi di al-Qaeda. Due voli si schiantarono contro le Torri Gemelle, uno contro il Pentagono e il quarto precipitò in un campo nei pressi di Shanksville, in Pennsylvania, perché i passeggeri si ribellarono ai dirottatori. Negli attacchi morirono 2.977 persone. A distanza di tanto tempo, l'America si ferma per ricordare le vittime. Joe Biden vola a New York insieme alla First Lady Jill per partecipare alla commemorazione. Ma la Grande Mela è blindata perché, nel frattempo, è di nuovo allerta terrorismo.

LEGGI ANCHE: A 20 anni di distanza le emozioni di chi ha vissuto quel terribile giorno

GUARDA ANCHE IL VIDEO: 11 settembre 2001, cosa è successo e perché proprio le Torri Gemelle

Imponenti le misure di sicurezza messe in atto dalle forze dell'ordine. Si teme che gruppi terroristici di varia matrice, o anche lupi solitari, possano tornare a colpire. Controlli stringenti sono già scattati nell'area di Ground Zero, dove avverranno le celebrazioni, e la polizia controlla le metropolitane. 

LEGGI ANCHE: Biden: 11 settembre tragedia inconcepibile, ha squarciato cuore Usa

Oltre a Biden, a New York è atteso anche l'ex presidente Barack Obama, colui che annunciò al mondo l'uccisione di Osama Bin Laden, il capo di al-Qaeda e ideatore degli attacchi. George W. Bush, che era il presidente quel tragico giorno, non sarà invece a New York: con sua moglie Laura parteciperà alle celebrazioni a Shanksville, in Pennsylvania, dove si schiantò il volo 93 diretto a Washington.

LEGGI ANCHE: 11 settembre: il pompiere eroe a New York: "Un viaggio all'inferno ma ne salvammo migliaia"

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Guantanamo e il processo del secolo contro gli imputati dell'11/9

Trump, invece, sarà in Florida a commentare un incontro di boxe. Ruolo defilato anche per Rudolph Giuliani, sindaco amato e rispettato della Grande Mela durante gli attentati ma poi caduto in disgrazia nell'opinione pubblica per il suo controverso ruolo nell'era del tycoon alla Casa Bianca.

LEGGI ANCHE: Vent'anni di teorie complottiste sull'11 settembre

GUARDA ANCHE IL VIDEO: 10 anni fa moriva Bin Laden: ecco perché pianificò l'11 settembre

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli