L’amica Geniale, Lila: come ha speso i soldi guadagnati con la fiction

l'amica geniale

Gaia Girace, ovvero Lila de L’Amica Geniale, ha confessato come ha speso i soldi guadagnati con le prime due stagioni della fiction. La serie, che in questi giorni è in onda con il secondo capitolo, sta registrando un successo pazzesco e le giovanissime protagoniste sono diventate vere e proprie Star.

L’amica Geniale, Lila: come ha speso i soldi?

Gaia Girace, colei che interpreta Lila Cerullo ne L’Amica Geniale, sta ottenendo un successo pazzesco. Nonostante abbia soltanto 16 anni ha le idee molto chiare. Intervistata dal settimanale F ha confessato che non ha ancora speso i soldi guadagnati sul set e che ha intenzione di investirli. In che modo? Gaia ha dichiarato: “Cosa ho comprato con i primi guadagni? Niente. Vengo da una famiglia normale, mamma insegnante di sostegno, papà che lavora nel campo immobiliare: non vivo nel lusso però non mi è mai mancato niente, se voglio togliermi uno sfizio, me lo tolgo a prescindere. Invece questi soldi li metto da parte per il futuro: potranno servire per gli studi, che siano di recitazione o meno. Per viaggiare. Per vivere da sola”. Insomma, Lila ha le idee chiare e, a differenza di tante coetanee, pensa già al futuro. Così come la sua ‘amica geniale’ Margherita, Elena nella fiction, ha il sogno di viaggiare tanto, ovviamente dopo aver portato a termine gli studi.

Progetti futuri

Per il momento, sia Lila che Elena, hanno un contratto con la Rai e la HBO, che producono la fiction tratta dai libri di Elena Ferrante, e non possono fare progetti futuri. Gaia, però, ha ammesso: “Hollywood è il mio sogno prima però devo studiare bene le lingue, approfondire la recitazione e soprattutto prendere la maturità”. Insomma, la Girace, che è arrivata sul set quasi per caso, ha intenzione di continuare a lavorare nel mondo dello spettacolo. Considerando che ha soltanto 16 anni, quando ha capito che voleva fare l’attrice? Intervistata da Superguida Tv, Lila ha ammesso: “A 13 anni durante una recita ho capito che volevo fare l’attrice. Ho chiesto poi a mia madre e lei mi ha suggerito di andare in un’agenzia a Castellamare di Stabia. Il primo giorno ho riso tutto il tempo perché ero felice. Sentivo che volevo fare quello. Dopo pochissimo tempo sono stata chiamata a questo provino e ne ho sostenuti altri per 7 mesi. Aspettavo solo quella chiamata che poi è arrivata. Abbiamo fatto 4 mesi di prove. Non ricordo neanche quanti ciak ho fatto. Dopo un iniziale senso di spaesamento, dal secondo giorno ho iniziato ad abituarmi”. Gaia ha ammesso che, nel suo debutto nel mondo della recitazione, un ruolo molto importante lo ha rivestito il regista Saverio Costanzo, che sul set ha aiutato tantissimo sia lei che Margherita.