L'"amico" Brady contro Trump nella polemica presidente-sport Usa

A24/Pca

New York, 25 set. (askanews) - Il quarterback dei New England Patriots, Tom Brady, si è schierato contro Donald Trump, nella polemica che ormai ha messo il presidente degli Stati Uniti contro quasi tutto il mondo dello sport americano.

Brady, uno dei giocatori di football americano più forti e conosciuti, ha dichiarato a una radio di Boston: "Sì, certamente non sono d'accordo con quello che Trump ha detto. Penso che le sue parole dividano. Come ho detto, voglio solo sostenere i miei compagni di squadra. Non sono mai uno che dice: 'Oh, questo è sbagliato, questo è giusto'. Credo nella capacità di unire le persone, nel rispetto, nell'amore, nella fiducia. Questi sono i valori che i miei genitori mi hanno instillato".

Le parole di Brady sono importanti non solo perché si tratta del giocatore più vincente nella storia del football americano, con 5 Super Bowl all'attivo (come lui, solo Charles Haley), ma anche perché Trump ha definito Brady un "amico" e lo ha descritto come "il MIGLIOR quarterback" su Twitter. (segue)

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità