L’annuncio dei ministri Orlando e Giovannini sulla nuova misura una tantum per i pendolari

Da settembre partirà il bonus mobilità 60 euro
Da settembre partirà il bonus mobilità 60 euro

Al via da settembre il Bonus mobilità 60 euro per i trasporti: l’annuncio dei ministri Orlando e Giovannini sulla nuova misura, la 36ma, misura una tantum per i pendolari arriva in queste ore. Ed è un annuncio sull’agevolazione che varrà come sconto su abbonamenti annuali, mensili o spalmato su più mensilità dai pendolari.

Bonus mobilità 60 euro, le indicazioni dei ministri

Il ministro del Lavoro Andrea Orlando ha fornito le prima indicazioni assieme al collega alle Infrastrutture Enrico Giovannini. Ma a chi sarà riservato il bonus in questione? A quei cittadini che usano con regolarità i mezzi pubblici e che hanno un reddito fino a 35 mila euro. Costoro potranno arrivare a coprire praticamente l’intera spesa per l’abbonamento in ordine ad una somma che, come spiega Open, “comunque non potrà superare i 60 euro. Lo sconto dovrà essere sfruttato entro e non oltre il 31 dicembre di quest’anno, potrà essere speso per un solo gestore entro il mese di emissione”.

Chi è escluso dalla copertura

Chi sarebbe escluso dalla copertura, oltre ovviamente che i cittadini con reddito over 35mila? I cittadini che fruiscono di servizi “di prima classe, executive, business e la fasce più alte del trasporto ferroviario”. E per fare richiesta? Entro poche settimane dovrebbe essere disponibile la piattaforma su cui richiedere l’attivazione del bonus, che si preannuncia come misura una tantum  ma che potrebbe anche diventare strutturale.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli