L’appello di Mattarella: “Sicurezza di chi lavora priorità sociale”

L’appello di Mattarella: “Sicurezza di chi lavora priorità sociale”

E’ uno dei tanti problemi che affligge l’Italia ormai da anni, decisamente inaccettabile le tante notizie di cronaca che scuotono il Paese quotidianamente. I dati sugli incidenti sul lavoro sono davvero allarmanti. Risultato? Poca sicurezza per i prestatori di lavoro e sanzioni mai applicate ai datori (responsabili penalmente secondo quanto previsto dalla normativa vigente). Qualcosa va cambiato, perché un lavoratore non può perdere la propria vita durante lo svolgimento delle mansioni professionali cui è adibito. Durante la manifestazione di Palermo in occasione della ‘Giornata per le vittime degli incidenti sul lavoro’, è intervenuto il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella: “La sicurezza di chi lavora è una priorità sociale“.

Le dichiarazioni del Presidente della Repubblica

Nel corso della manifestazione di Palermo, dedicata alle vittime degli incidenti sul lavoro, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha voluto indicare pubblicamente la strada per assicurare la sicurezza dei prestatori di lavorato negli ambienti di lavoro, troppo spesso luoghi di minaccia: “La sicurezza di chi lavora è una priorità sociale ed è uno dei fattori più rilevanti per la qualità della nostra convivenza. Non possiamo accettare passivamente le tragedie che continuiamo ad avere di fronte. Le istituzioni e la comunità nel suo insieme devono saper reagire con determinazione e responsabilità. Iniziative come quelle che si promuovono oggi in tutto il territorio nazionale, accrescono la consapevolezza del valore della formazione. Tutti, dai dirigenti dell’impresa ai singoli lavoratori, sono chiamati a prestare la giusta attenzione al rispetto delle norme e degli standard più avanzati e l’impegno comune è condizione per raggiungere il traguardo di una maggiore sicurezza”.