L’armaiolo di Alec Baldwin sconvolto: “Hutchins un’amica”

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 2 nov. (askanews) - Dave Halls, l'assistente alla regia che ha consegnato all'attore Alec Baldwin la pistola carica responsabile della morte del direttore della fotografia Halyna Hutchins sul set del film Rust, ha parlato per la prima volta dal dramma, dicendosi "Sconvolto e triste". Il suo ruolo nell'incidente del 21 ottobre nel New Mexico è nell'occhio del ciclone da quando ha riconosciuto agli investigatori di non aver ricontrollato l'arma prima dell'incidente mortale.

"Halyna Hutchins non era solo una delle persone più talentuose con cui ho lavorato, era anche un'amica", scrive, sperando che "questa tragedia indurrà l'industria [cinematografica] a rivisitare i suoi valori e le sue pratiche" per prevenire un tale tragedia dal ripetersi.

Assieme all'armaiolo Hannah Gutierrez-Reed, Dave Halls era responsabile delle armi sul set di Rust e doveva assicurarsi che fossero davvero innocue prima di portarle sul set.

Secondo le prime dichiarazioni degli agenti di polizia, il vicedirettore avrebbe detto loro che "avrebbe dovuto controllare" che tutte le cartucce del revolver usate da Alec Baldwin per ripetere una scena fossero finte ma che "non ce l'ha fatta. ". Le munizioni vere sparate accidentalmente dall'attore che ha ferito a morte Halyna Hutchins hanno anche ferito ill regista Joel Souza.

Secondo il Canale Nbc un giorno prima dell'incidente vi sarebbe stata sul set una strana gara di tiro al bersaglio. Un membro del team si era dimesso, esprimendo preoccupazioni per la sicurezza sul set. "Ci sono già state due scariche accidentali di armi e un'esplosione pianificata di effetti speciali che è esplosa vicino all'equipaggio tra una ripresa e l'altra... Per essere chiari, non ci sono riunioni di sicurezza in questi giorni", ha detto Lane Luper in un'e-mail che annunciava le sue dimissioni, citato dai media.

Una petizione online che chiede il divieto definitivo delle armi da fuoco vere durante le riprese ha raccolto ad oggi quasi 100.000 firme. I suoi promotori sostengono che è facile aggiungere effetti visivi e sonori alle armi fittizie durante la postproduzione dei film. In una recente intervista Alec Baldwin ha parlato per la prima volta dell'incidente, lamentando una tragedia che aveva "una possibilità su un trilione" di verificarsi. L'attore americano ha aggiunto di non poter commentare i fatti mentre sono in corso le indagini. Non sono stati effettuati arresti, ma il procuratore incaricato delle indagini di Santa Fe, New Mexico, non ha escluso un possibile procedimento penale qualora la responsabilità fosse accertata.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli