L’assessore alla Sanità dell’Emilia Romagna suona la carica e lancia il monito ai suoi concittadini

·2 minuto per la lettura
Raffaele Donini
Raffaele Donini

In tema di contagi covid l’assessore alla Sanità dell’Emilia Romagna Raffaele Donini è serissimo e lancia un monito preciso: “Non si scherza con il fuoco, chi non lo ha fatto si vaccini”. Non si deve scherzare perché “il Covid uccide”. E perché la sub-variante Delta Plus è in agguato.

La Delta Plus e l’appello dell’assessore Donini: “Chi non lo ha ancora fatto si vaccini”

L’Emilia Romagna è regione virtuosa in quanto a vaccinazioni e capacità del sistema sanitario, ma Donini non demorde e ribadisce: “Per ora il sistema sanitario regionale ha intercettato 24 casi, ma il fatto che la Delta Plus si sia presentata e abbia avuto una crescita significa che elementi di aggressività li ha”. L’assessore si è detto in attesa del “lavoro dei nostri microbiologi che la dovranno studiare in termini di aggressività anche clinica”.

Arriva l’inverno e Donini lancia il monito: “Chi non lo ha ancora fatto si vaccini”

Ad ogni modo “il vaccino regge, soprattutto sulla malattia grave. Una ragione in più perché si completi la vaccinazione”. Da qui l’invito-monito: “Per coloro che non sono ancora vaccinati la mia raccomandazione è di farlo al più presto perché abbiamo alle porte una stagione invernale dove inevitabilmente i virus respiratori saranno più aggressivi”. E sull’aumento dei casi? “Non è banale anche se non esponenziale. Oggi- viaggiamo attorno ai 300-350 casi, lo scorso anno di questi tempi avevamo 1.500 casi”.

Per Bonaccini terza dose inevitabile, e Donini intanto avverte: “Chi non lo ha ancora fatto si vaccini”

Donini ha voluto rammentare ai suoi concittadini che il covid è virus “ancora molto pericoloso e per coloro che hanno sviluppato una reazione anticorpale molto bassa occorre la dose addizionale. E coloro che non sono vaccinati bisogna che si vaccinino al più presto”. L’Emilia-Romagna ha superato da pochi giorni l’89% di popolazione vaccinata con la prima dose ed ha l’86% con due dosi. La mission è toccare quota 90% ma in tema di terza dose il governatore Stefano Bonaccini è stato chiaro: “Sarà inevitabile”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli