L’attività vulcanica non cessa e la società Aena decide di evitare pericolo fermando lo scalo

·1 minuto per la lettura
Una colata del Cumbre Vieja sul versante che degrada verso l'aeroporto
Una colata del Cumbre Vieja sul versante che degrada verso l'aeroporto

Non si arresta la poderosa e devastante eruzione alle isole Canarie del vulcano Cumbre Vieja, in queste ore è stato chiuso l’aeroporto di La Palma con i voli sospesi per la cenere che pregiudica in maniera drastica la visibilità e l’integrità dei sistemi di volo di controllo e diretti. Allo stato dunque l’aeroporto di La Palma è temporaneamente “non operativo”.

Eruzione del Cumbre Vieja, chiuso l’aeroporto di La Palma: troppa cenere accumulata dal 18 settembre

La causa? L’accumulo “di cenere” emessa dal vulcano Cumbre Vieja, che ormai sta toccando quasi il suo mese di attività ininterrotta. A comunicare la decisione la società che gestisce gli aeroporti spagnoli, Aena. Ma la società non ha fatto altro che ufficializzare una situazione che nelle ore scorse era già scaturita dalle decisioni dei singoli vettori di trasporto.

L’annuncio di Aena sull’eruzione alle Canarie del Cumbre Vieja: chiuso l’aeroporto di La Palma

Durante la serata del 7 ottobre le compagnie aeree Binter e Canarifly avevano annunciato la sospensione dei voli per e da La Palma. La decisione di chiudere tutto lo scalo perciò è una sorta di “presa d’atto” di condizioni irricevibili per attività aerea convenzionale. Area fa sapere che gli altri aeroporti delle isole Canarie sono operativi, aggiunge Aena.

Cumbre Vieja in eruzione da troppo tempo: seimila sfollati e aeroporto di La Palma chiuso

Il Cumbre Vieja è in attività ormai dal 19 settembre, con eruzioni e colate laviche che fino ad oggi hanno distrutto circa 950 case e ne hanno danneggiate altre cento. L’eruzione vulcanica ha costretto all’evacuazione dall’isola oltre 6.000 abitanti.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli