L’attrice ha avuto problemi di salute specifici ed ha fatto la sua delicata e consapevole scelta

·2 minuto per la lettura
Claudia Gerini
Claudia Gerini

Claudia Gerini lo confessa senza remore e con una consapevolezza pacata, senza nessuna pulsione “estremista” o no vax perché ha ragioni mediche: “Non sono vaccinata, è un vaccino d’emergenza”. La brava e popolare attrice è ospite dell’ultima giornata del Filming Italy Sardegna Festival in via di conclusione al Forte Village di Santa Margherita di Pula ed ha approfittato della circostanza anche rispondere alle domande sulla situazione sanitaria italiana attuale in rapporto al covid ed alla sua personale posizione, non opinione, in merito al tema vaccini.

Claudia Gerini: “Non sono vaccinata, sono timorosa perché ho avuto problemi di trombosi”

E Gerini lo ha spiegato chiaramente anche per non incappare in gratuite “incasellature”: “Non sono vaccinata. Non è che io sia contraria, ma sono molto timorosa”. Poi ha spiegato per dare un puntello cognitivo alla sua scelta, che a molti che non conoscono il suo vissuto sanitario è apparsa spiazzante a contare l’aura di maturità che notoriamente circonda l’attrice da sempre: “È un vaccino d’emergenza, e siccome anche in gravidanza ho avuto dei problemi per quanto riguarda le trombosi, devo stare molto attenta”.

La confessione di Claudia Gerini: “Non sono vaccinata, ma mia figlia si”

Gerini però, prima di essere una bravissima attrice, è una persona intelligente, e sa benissimo quanto le dichiarazioni di una persona con seguito mainstream come lei potrebbero influenzare frange un po’ più “suscettibili” della popolazione. Perciò si è affrettata a precisare: “Mia figlia diciassettenne l’ha fatto, quindi non è che io sia contraria ma ho tantissimi timori. Bisogna fare tanti esami prima di farsi inoculare una cosa così, perché non l’ho detto io”. E Gerini chiarisce il suo punto di vista:”La Food and Drug Administration l’ha approvato in emergenza visto che non c’è una cura. Speriamo che piano piano si scoprano delle cure”.

Gerini a sorpresa: “Non sono vaccinata, per lavorare e vivere farò i tamponi”

Poi ha spiegato meglio la natura della sua ritrosia e soprattutto dei timori su cui la stessa fonda: “Mi spaventa il fatto delle trombosi, io ho una predisposizione e anche in gravidanza ho dovuto fare particolare attenzione”. E in tema di green pass in predicato di oblbigatorietà da inizio agosto? “Non sono sicura che il green pass sarà per sempre, ho dei dubbi. Ma in ogni caso adesso, se ho dei problemi, non entrerò nei teatri o nei posti al chiuso, che altro devo fare. Oppure farò i tamponi, quello non è un problema. Ormai è un anno che li facciamo, sono stata su tanti set. Meglio quello che un rischio così. Ma non voglio influenzare nessuno”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli