L’australiana Josy Peukert dà alla luce la sua creatura con il controverso metodo “freebirth”

Josy Peukert dopo il parto in spiaggia
Josy Peukert dopo il parto in spiaggia

Sui social spopola il video della mamma che partorisce nell’oceano, con la 27enne australiana Josy Peukert che dà alla luce la sua creatura applicando il controverso metodo “freebirth”. Da un lato quella nascita molto naturale ha suscitato entusiasmo e commozione, ma non mancano le polemiche per un metodo che molti sanitari considerano del tutto privo di precauzioni e non immune da possibilità di infezione.

Il video della mamma che partorisce nell’oceano

Lei, Josy, mamma già di tre figli, si è limitata a dire che “sentire il ritmo delle onde mi ha fatto stare molto bene”. La 27enne ha voluto accanto a sé il compagno e quella nascita è diventata un video che su Instagram è diventato virale. La Peukert non ha partorito in maniera casuale in riva all’oceano, ma voluta, con un travaglio in corso e la precisa intenzione di attuare il freebirth che proclama “un parto olistico al di fuori del sistema medico”.

Un parto in acqua “estremo”

Si tratta di una variante “estrema” del parto in acqua che non prevede assistenza medica. Josy ha scelto il mare di Playa Majagual, in Nicaragua, nell’Oceano Pacifico. E dopo aver studiato per giorni interi stato dell’acqua e le maree alla fine ha dato alla luce una nuova vita spiegando che “le condizioni erano giuste quel giorno”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli