L’autorità garante per concorrenza e mercato emette provvedimenti cautelari mirati sul tema

Pugno duro dell'Antitrust sul settore energia
Pugno duro dell'Antitrust sul settore energia

Antitrust sanziona 4 società dell’energia: stop alle modifiche unilaterali al prezzo di fornitura e l’autorità garante per concorrenza e mercato emette provvedimenti cautelari mirati sul delicato tema che investe la crisi energetica dell’Italia ed il caro bollette. Nello specifico l’Antitrust ha agito nei confronti delle società di distribuzione di energia elettrica Iren, Iberdrola, E. ON e Dolomiti.

Antitrust sanziona 4 società dell’energia

Il motivo? Secondo l’esito delle istruttorie aperte ci sarebbero da verificare le modifiche unilaterali al prezzo di fornitura dell’elettricità e del gas. L’istruttoria era stata avviata il 19 ottobre scorso. Ma cosa dovranno fare le società? Esistono delle precise condotte di presa d’atto amministrativa ed un timing abbastanza celere per ottemperare a quanto contestato e prendere nuove vie di offerta, la legge da questo punto di vista è molto chiara e non ammette deroga alcuna.

Ecco cosa dovranno fare ora le aziende

Iberdrola ed E.ON dovranno applicare subito le “originarie condizioni di offerta e consentire di ritornare in fornitura alle originarie condizioni”. Dal canto loro invece Dolomiti e Iren dovranno “sospendere le illegittime comunicazioni di modifica delle condizioni economiche di offerta”. Le imprese dovranno comunicare all’Autorità, entro un termine massimo di 5 giorni le misure adottate per conformarsi ai provvedimenti.