L’azienda ha deciso di ridurre al minimo le spettanze del personale non vaccinato e in quarantena

·2 minuto per la lettura
Ikea taglia l'indennità di malattia per i contatti cn casi covid
Ikea taglia l'indennità di malattia per i contatti cn casi covid

Mano pesante, ancorché legittima ma discutibile, di Ikea di Ikea, che secondo il britannico Mirror taglia l’indennità di malattia per i non vaccinati in isolamento dopo il contatto con un positivo. L’azienda svedese ha deciso di ridurre al minimo di legge gli emolumenti del personale non vaccinato e in quarantena ma non è ufficiale, a contare la fonte, se questa decisione sia “parametrata” sul Regno Unito o in procinto di essere settata sulle varie situazioni nazionali.

Ikea taglia l’indennità di malattia e la porta al minimo di legge: ecco a chi e in quali circostanze

Secondo quanto riferito, l’azienda ha ridotto al minimo legale la indennità di malattia (SSP) del personale non vaccinato che ritiene abbia “alti livelli di assenza”, poi per chi deve mettersi in quarantena a causa di uno stretto contatto con un caso Covid. Insomma, Ikea ha tagliato il diritto all’indennità di malattia per alcuni membri del personale inabile al lavoro se dopo un tampone è stato costretto ad autoisolarsi.

Quarantene e 96 sterline a settimana: Ikea taglia le indennità di malattia da contatto covid

I cittadini britannici non vaccinati sono tenuti, come gli italiani, a stare in quarantena per 10 giorni dopo uno stretto contatto con un caso positivo. Tuttavia secondo i rapporti citati dal Mirror, gli impiegati del gigante del mobile riceveranno solo 96,35 sterline a settimana in Sick Pay (indennità di malattia); si tratta del il minimo legale in tali circostanze.

Il raffronto del dovuto settimanale dopo che Ikea ha tagliato l’indennità di malattia: da 452 sterline a meno di 100

A fare un raffronto, la paga media di un membro dello staff di un negozio Ikea arriva a 10,10 sterline l’ora fuori Londra e fino a 11,30 sterline nell’area metropolitana della capitale britannica. Stiamo parlando rispettivamente di 404 e 452 sterline a settimana. A partire dallo scorso agosto, i cittadini del Regno Unito che hanno fatto la doppia dose di vaccino non devono più isolarsi se entrano in contatto con un caso Covid.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli