L. elettorale, Cartabia: popolo ha solo funzione correttiva

Mch

Milano, 4 feb. (askanews) - "Nella Costituzione italiana il popolo può svolgere solo una funzione correttiva, ma mai sostitutiva rispetto al legislatore. È in questa prospettiva, e solo in questa prospettiva, costantemente seguita dalla Corte costituzionale in applicazione dei principi costituzionali, che deve intendersi anche la recente decisione riguardante una proposta di referendum in materia elettorale". Lo ha detto il presidente della Corte Costituzuonale, Marta Cartabia, commentando la decisione della Consulta sulla bocciatura a gennaio della proposta di referendum sulla legge elettorale avanzata dalla Lega.

Parlando all'inaugurazione dell'anno accademico dell'Università degli studi di Milano, Cartabia ha quindi spiegato che la Consulta ha ritenuto "inammissibile" il quesito "proprio perché non rispettava il limite costituzionale derivante dalla natura meramente abrogativa dello strumento".