L. elettorale, Cirio: vanno impediti i cambi di casacca

Fos

Genova, 23 set. (askanews) - "Visto quello che sta accadendo, è giusto trovare un meccanismo che consenta di governare a chi ha vinto e non chi ha perso le elezioni, un meccanismo che faccia chiarezza e pulizia rispetto alla possibilità dei cambi di casacca". Lo ha detto il governatore del Piemonte, Alberto Cirio, parlando della legge elettorale a margine di un incontro a Genova con il governatore della Liguria, Giovanni Toti.

"Chi cambia va a casa - ha sottolineato Cirio - non ha senso che un governo resti in carica solo perché i parlamentari cambiano due o tre volte maglia nel corso di una legislatura. La Costituzione dice che cinque consigli regionali possono proporre un referendum. E' un meccanismo intelligente".   "Forza Italia - ha concluso il governatore del Piemonte - sta lavorando per un accordo con gli amici della Lega per condividere una proposta comune e sono fiducioso che questo possa avvenire. La ratio che ci unisce è che se i cittadini scelgono una persona o una forza politica, quella governa il Paese".