L. elettorale, Fontana: da Lombardia segnale forte e chiaro

Mda

Milano, 25 set. (askanews) - "Oggi la Lombardia segna un nuovo passo avanti e si promuove non più solo come Regione di eccellenza e esempio di virtuosità, ma anche come forza propositrice del cambiamento del Paese. Questo voto assume un carattere emblematico, dimostra e conferma che in Lombardia la maggioranza è compatta, che il centrodestra ha amministrato bene e continuerà a farlo con determinazione e responsabilità per il bene dei suoi cittadini". Il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, ha commentato così l'esito del voto riguardo alla proposta presentata in Consiglio regionale relativamente alla richiesta di referendum abrogativo della quota proporzionale della legge elettorale.

"Desidero ringraziare la mia maggioranza - ha aggiunto il governatore - che ha dimostrato che si può amministrare un territorio con serietà e senso istituzionale, senza nascondersi dietro a movimenti di palazzo e teatrini". "Abbiamo adottato un provvedimento - ha proseguito - che va nella direzione, da un lato, di dare la parola ai cittadini, dall'altro di cercare di poter cambiare questo Paese. Peccato che nessuno lo voglia fare. Abbiamo un Governo - ha sottolineato - che del popolo parla spesso, ma che al popolo non dà la possibilità di esprimere il proprio parere".

"Non possiamo più accettare - ha concluso Fontana - che a Roma ogni processo si impantani nelle solite pastoie 'bizantineggianti' che impediscono a questo Paese di viaggiare alla velocità a cui vanno quelli più evoluti. Dobbiamo metterci alla pari della parte del mondo che funziona. Come Regione Lombardia ne siamo sicuramente in grado e ancor di più lo saremo quando riusciremo a portare a casa l'Autonomia".