L.elettorale: incontro Pd-Psi, le proposte dei socialisti

(ASCA) - Roma, 15 feb - ''Riforme costituzionali e riforma

della legge elettorale devono procedere in modo congiunto''.

E' la prima dichiarazione del segretario nazionale del Psi,

Riccardo Nencini, conversando con i giornalisti al termine

dell'incontro avvenuto stamattina alla Camera tra una

delegazione del Psi e una delegazione del PD, per discutere

della riforma della legge elettorale.

''Ridurre il numero dei parlamentari - continua il

segretario - restituire ai cittadini il diritto a scegliersi

i deputati con il voto di preferenza, presentare ora una

proposta di legge che renda i partiti strettamente legati

all'art. 49 della Costituzione, fattore essenziale per poter

godere del finanziamento pubblico. Questa la strada maestra

da percorrere assieme al superamento del bicameralismo

perfetto, alla previsione della fiducia costruttiva, alla

centralita' del Parlamento''. ''Riforme, queste, necessarie

per mettere la parola ''fine' alla Seconda Repubblica,

fallita con danni gravissimi per i cittadini'', conclude

Nencini.

La delegazione del Pd era composta da Luciano Violante,

Gianclaudio Bressa, Luigi Zanda.

Ricerca

Le notizie del giorno