L. elettorale, Raciti (Pd): si discuta in direzione

Pol/Gal

Roma, 21 nov. (askanews) - "Non capisco, a leggere oggi dei vertici di maggioranza sulla legge elettorale, come siamo tornati indietro al principio che chi prende un voto in più ha diritto alla maggioranza in Parlamento, quando lo stesso Pd alle pretese elezioni anticipate di Salvini ha risposto che il parlamento era il luogo sovrano della discussione, e soprattutto l'argine e l'antidoto contro le pretese di pieni poteri". Lo afferma il deputato del Pd Fausto Raciti, in un post su Facebook.

"Una legge elettorale - prosegue Raciti - che sembra fatta apposta per conferire i pieni poteri a una maggioranza, e non mi risultano direzioni nazionali svolte da Zingaretti su questo argomento. Tutto il gruppo dirigente grillino tiene a ricordarci che non siamo alleati, anche se governiamo insieme in questo frangente. Se i meccanismi maggioritari sono molto pericolosi in epoca di debolezza delle democrazie liberali, vararli nel nome di amicizie immaginarie rischia di essere suicida".