L.elettorale, Radicali: testo Brescia ci riporta alla Prima Repubblica

Pol/Luc

Roma, 9 gen. (askanews) - "La proposta di riforma elettorale presentata oggi da Brescia, se approvata, farebbe ripiombare il nostro Paese indietro di 27 anni, alla Prima Repubblica. Il ritorno al proporzionale limiterebbe ancora di più la scelta dei cittadini, una iattura: liste bloccate e, con l'eliminazione dei collegi uninominali, azzeramento delle coalizioni pre-elettorali. In pratica più potere ai segretari di partito i quali, oltre a scegliere chi verrà eletto in Parlamento, una volta chiuse le urne potranno decidere con chi fare il Governo. Noi continueremo a batterci per un sistema maggioritario che dia al singolo cittadino il potere di scegliere da chi essere governato e rappresentato in parlamento". Lo dichiara Massimiliano Iervolino, Segretario di Radicali Italiani.