L’episodio a Vicenza, nell’abitazione dell’aggressore arrestato dalla polizia per tentato omicidio

·1 minuto per la lettura
Lite e tragedia nella notta di Capodanno: interviene il 113
Lite e tragedia nella notta di Capodanno: interviene il 113

Dramma a Capodanno in quel di Vicenza, dove una lite fra amici finisce con un 51enne ricoverato: l’uomo è in coma e in fin di vita dopo un pestaggio subito nell’abitazione dell’aggressore che invece è stato arrestato dalla polizia per tentato omicidio.

Finisce in tragedia una lite fra amici vicentini durante la festa in casa per il Capodanno

Da allegria a tragedia è un attimo, specie si di mezzo ci sono (ma non è dato empirico) i beveraggi e le smodatezze della notte di San Silvestro. I media locali raccontano che ad un certo punto due “amici” hanno iniziato a litigare furiosamente, poi sono arrivati alle mani.

Festa di Capodanno e pestaggio finale; una lite fra amici sfocia nell’arresto del padrone di casa

A quel punto uno di loro, il 48enne padrone di casa, ha colpito il secondo con tanta violenza, parrebbe anche con calci alla testa quando era già a terra, da spedirlo in coma. Dopo l’allarme dei vicini la vittima è stata soccorsa, stabilizzata e condotta in ospedale mentre l’amico è indagato ed è finito agli arresti con la pesantissima accusa di tentato omicidio.

Vittima che lotta fra la vita e la morte dopo la lite fra amici alla festa di Capodanno ed arresto dell’aggressore convalidato

Sul posto infatti sono intervenute le volanti della Polizia, che hanno agito d’iniziativa per un fermo poi convalidato nella giornata di eri, 2 gennaio, dal Giudice per le indagini preliminari che ipotizza il reato di tentato omicidio. Pare che i due, già noti alle forze dell’ordine, abbiano iniziato a litigare per futili motivi: i media locali alludono anche a faccende di droga ma il dato non è confermato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli