L’esercito è riuscito a raggiungere la zona impervia dove il velivolo si era schiantato al suolo

I resti dell'aereo
I resti dell'aereo

Dopo una serie di tentativi andati a vuoto è stato trovato l’aereo scomparso in Nepal e finora sono stati recuperati 14 cadaveri delle 22 persone che erano a bordo del velivolo. L’esercito è riuscito a raggiungere la zona impervia dove il velivolo si era schiantato al suolo dopo una serie di tentativi falliti per il maltempo e che avevano portato alcuni elicotteri a tornare alla base nel primo pomeriggio del 29 maggio.

Trovato l’aereo scomparso in Nepal

Sul velivolo di cui è stato trovato il relitto e che era scomparso dalle spazzate radar dopo pochi minuti dal decollo nella mattinata del 2 maggio, viaggiavano 22 persone, di cui 19 passeggeri e 3 membri dell’equipaggio. L’aereo era decollato dall’aeroporto di Pokhara alle 9.55 ore locali e sarebbe dovuto atterrare a Jomsom alle 10.20 attraverso una rotta che è considerata unanimemente come fra le più pericolose del mondo. Dal canto loro le autorità militari nepalesi hanno annunciato di aver recuperato finora 14 corpi dai rottami.

La foto dello schianto su Twitter

Un portavoce dell’esercito ha pubblicato su Twitter la foto del luogo dello schianto. Il portavoce, il generale Narayan Silwal, ha dichiarato che l’aereo è precipitato nel distretto di Mustang, vicino a Jomsom. E l’ufficiale ha spiegato ai media: “Le ricerche continuano, le condizioni meteo sono pessime ma è stato comunque possibile inviare una squadra sul posto”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli