L’esperto sostiene chiaramente che la velocità della Omicron non consente previsioni certe

·1 minuto per la lettura
Il professor Massimo Galli
Il professor Massimo Galli

Massimo Galli è sincero anche quando si tratta di dire cose incerte: “Spero che il picco dei contagi covid arrivi entro gennaio”. Perché quello “spero” detto da uno studioso? Perché l’infettivologo a riposo del Sacco di Milano sostiene chiaramente che la velocità della Omicron non consente previsioni certe.

Galli e il picco dei contagi a gennaio: “Da come sale il contagio le previsioni sono incerte”

Galli ha ribadito la sua posizione nel suo intervento come ospite ad Agorà su Rai Tre. E il già primario di Malattie infettive all’ospedale Sacco di Milano ha detto: “Mi auguro che il picco dei contagi sia entro il mese di gennaio. Da come sta salendo la curva il virus ha l’aria di diffondere talmente tanto da non lasciar fare previsioni certe“.

Il picco dei contagi Omicron a gennaio e l’analisi di Galli sul dopo festività

E ancora, in analisi più diretta: “Per un giorno o due abbiamo avuto meno tamponi e probabilmente, in proporzione più contagiati, perché in questi giorni di feste sono andati a farsi il tampone solo quelli con sintomi o con contatti diretti”.

Perché per Galli non c’è spazio per il sollievo: contagi di gennaio destinati a salire prima del picco

Ma non è il caso di tirare inutili sospiri di sollievo: “Tuttavia credo che fatalmente ricominceremo ad avere un numero alto di tamponi, e ancora aumenti per una fase importante”. E in chiosa: “Realisticamente mi aspetto una crescita ancora per diversi giorni“.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli