L’evento televisivo dal teatro di Bari ha spinto il sindaco Decaro a chiedere immediate verifiche

·2 minuto per la lettura
Un'immagine della ressa al Petruzzelli del 31 dicembre
Un'immagine della ressa al Petruzzelli del 31 dicembre

Trenino di Capodanno su Canale 5 al Petruzzelli: dopo le polemiche per gli assembramenti “in faccia” a milioni di italiani costretti ad un 31 dicembre rimaneggiato è stata avviata un’indagine interna: il discusso evento televisivo dal teatro di Bari condotto da Federica Panicucci ha spinto il sindaco Antonio Decaro a chiedere immediate verifiche.

Più di mille persone accalcate in barba al covid e “in faccia” agli italiani: polemiche per il trenino di Capodanno su Canale 5

Al centro di quell’indagine i motivi e le eventuali omissioni in ordine al comportamento del pubblico, circa 1200 persone che da Bari si sono lasciate andare a festeggiamenti senza alcun rispetto per le vigenti norme anti contagio covid. Attenzione, Fanpage spiega che lo stesso sindaco Decaro era ovviamente fra gli ospiti del contestato evento, “Capodanno in Musica”, era presente quando è partito il “trenino” e quando la stessa Panicucci gongolava commentando in faccia i gestori messi in ginocchio dal decreto del 30 dicembre che “il Teatro Petruzzelli si è trasformato in una enorme discoteca”.

Il sindaco di Bari e la decisione sul trenino di Capodanno su Canale 5: il giallo su dove lo aveva visto

Dal canto suo Decaro aveva spiegato a TGR Puglia: “Quando mi sono accorto dalla televisione che c’era un trenino, ho chiamato personalmente e l’ho fatto interrompere. È chi organizzava la serata a dover dare spiegazioni. Mi dispiace che quella scena possa avere urtato la sensibilità di tanti operatori”. Insomma, o i media-fonte mentono, o Decaro è ubiquo oppure dopo la comparsata live il sindaco è tornato in un contesto privato e da lì ha visto quello che oggi mette in punto di azione ufficiale.

Le misure del Petruzzelli per il trenino di Capodanno su Canale 5, chi paga? Le maschere

Ad ogni modo il sindaco ha chiesto a Massimo Biscardi, soprintendente della Fondazione che si occupa di gestire il Teatro Petruzzelli, di far partire una indagine interna. E di chi sarebbe stata accertata la responsabilità? Di alcune maschere di una ditta esterna con mission di gestione dell’accoglienza. La Fondazione del Petruzzelli ha contestato l’inadempienza contrattuale ed ha applicato la penale. Applauso.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli