L’ex attaccante dell’Inter ora in forza al Flamengo

·1 minuto per la lettura
Party clandestino malgrado covid, arrestato Gabigol
Party clandestino malgrado covid, arrestato Gabigol

Arrestato l’ex attaccante dell’Inter Gabriel Barbosa “Gabigol”, aveva partecipato ad un party in un casinò clandestino. Il calciatore che nella stagione 2016/17 era stato in forza all’Inter senza brillare, ha grossi guai giudiziari. Grossi perché, secondo quanto riportato dall’emittente brasiliana TyC Sports, ha violato il coprifuoco in circostanze assolutamente deprecabili, sia da un punto di vista normativo che epidemiologico ed etico.

Arrestato Gabigol, era al casinò

Inoltre lo ha fatto in un momento in cui il Brasile è in testa alla tristissima classifica dei paesi con maggior numero di contagi da covid contagi da covid. Gabigol è stato arrestato domenica all’alba per aver partecipato a un party svoltosi in un casinò clandestino situato nel sud di San Paolo. L’attaccante del Flamengo è stato quindi condotto in una stazione di polizia. Ma era in numerosa compagnia. Con lui infatti sono state individuate e segnalate duecento persone che hanno preso parte al festino illegale.

Duecento fermati, anche un cantante

Fra di loro un’altra celebrità, il cantante funk Mc Gui. I protagonisti di quello che di fatto è un atto illegale fatto passare per bravata ora rischiano una pesante accusa: crimini contro la salute pubblica. Il Brasile è ormai da un anno il paese forse più colpito di tutti dalla pandemia e certi gesti dovrebbero essere puniti in maniera esmplare. Ad ogni modo secondo procedura tutti sono stati dapprima identificati e poi rilasciati, in attesa della formalizzazione delle eventuali accuse a loro carico.