L’ex attaccante di Palermo e Juventus si è visto accogliere l’istanza dal tribunale di Sorveglianza

Fabrizio Miccoli
Fabrizio Miccoli

Il “Romario del Salento” torna libero ma sotto vigile osservazione della giustizia che lo aveva messo in carcere dopo un arresto per mafia: è stato scarcerato Fabrizio Miccoli che andrà in prova ai Servizi Sociali. I media spiegano che l’ex attaccante di Palermo e Juventus si è visto accogliere l’istanza dal tribunale di Sorveglianza di Venezia e in base a quel pronunciamento potrà uscire dall’istituto di pena che aveva raggiunto nel novembre del 2021, quando una sentenza di terzo grado aveva certificato che per i reati da lui commessi dovesse andare in carcere.

Scarcerato Fabrizio Miccoli, andrà in prova

Miccoli si era presentato il giorno dopo la condanna senza attendere l’arrivo delle forze dell’ordine. Il calciatore 42enne era detenuto dal 24 novembre scorso ma il suo avvocato, Antonio Savoia, aveva redatto un’istanza in cui sottolineava anche la buona condotta di Miccoli nel primi semestre di detenzione, perciò nulla osta ai benefici.

Scuola calcio e a casa entro mezzanotte

Miccoli avrà la possibilità di svolgere attività lavorativa nella scuola calcio da lui stesso fondata, con l’affidamento in prova. Va precisato che l’ex calciatore dovrà rientrare presso la propria abitazione entro la mezzanotte e rispettare il divieto assoluto di frequentare soggetti pregiudicati.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli