L’infettivologo di Genova “redarguisce” il virologo di Milano sulla sua ultima analisi su Twitter

Matteo Bassetti
Matteo Bassetti

Covid quasi domato nel mondo ma non ancora scevro da schermaglie fra chi ne sa più di noi, con Matteo Bassetti che va contro Roberto Burioni: “Non terrorizziamo gli italiani su Omicron 4 e 5“. L’infettivologo di Genova “redarguisce” il virologo di Milano sulla sua ultima analisi su Twitter in ordine ad uno studio giapponese. Ha detto Bassetti ad AdnKronos: “Bisogna stare molto attenti a prendere uno studio o a interpretare un dato e terrorizzare le persone: che le varianti Ba.4 e Ba.5 siano più contagiose è un dato di fatto e non c’era bisogno di nuovi studi, sul grado di maggior aggressività patogenica ho molto dubbi che mi vengono dall’osservazione clinica”.

Polemica sul Covid, Bassetti contro Burioni

Insomma, il direttore della Clinica di malattie infettive del policlinico San Martino di Genova replica al virologo Roberto Burioni ed alle sue “brutte notizie” su Ba.4 e Ba.5 perché “purtroppo è prevedibile anche una maggiore patogenicità“.

Non mi sono accorto di una maggior gravità”

Ha detto ancora Bassetti: “Questa estate abbiamo avuto molti pazienti con queste varianti Omicron, sia ricoverati in reparto per problemi diversi dal Covid sia seguiti a domicilio, io non mi sono accorto di una maggiore gravità. Non credo che sia corretto dire che Omicron 4 e 5 abbiano una maggiore patogenicità di Omicron 1 e 2“. E in chiosa: “Un lavoro pubblicato sul ‘Nejm’ dice che in pratica la vaccinazione con due-tre dosi è in grado di dare una ottima protezione, tuttavia con le nuove varianti sono necessarie i vaccini aggiornati”.