L’infettivologo genovese sbotta a La7 contro le teorie di un docente “no green pass”

·1 minuto per la lettura
Matteo Bassetti
Matteo Bassetti

Matteo Bassetti perde le staffe e le canta a quanti vogliono essere scienziati sul covid dall’alto di skill inadeguate: “Il tampone meglio del vaccino? Ma basta con queste eresie!”. Il direttore del reparto Malattie Infettive all’ospedale San Martino di Genova ha replicato a muso duro ad un docente “non green pass”.

Bassetti e il tampone meglio del vaccino. “Stupidaggine medica”

Lo ha fatto nel corso della trasmissione “Coffee Breack” su La7 e ha detto: “Dire che è meglio il tampone del vaccino è una stupidaggine medica. Evitiamo di dire eresie. È ora di finirla con questa situazione per cui in Italia i professori di scuola, i politici e i giornalisti fanno i medici. I professori delle scuole dovrebbero insegnare agli studenti che se vuoi fare un mestiere, devi studiare e non devi documentarti su Facebook o su Internet o sui giornali, come ormai si sta facendo nel nostro paese”.

Tampone meglio del vaccino: Bassetti vs docente di lettere

Ma chi era il destinatario della “filippica” di Basetti? Valentino Di Carlo, un insegnante di lettere contrario al green pass, che aveva detto: “Il green pass ottenuto col tampone va a garantire maggiormente il mio lavoro a scuola con gli studenti. Il vaccinato, invece, protegge se stesso col vaccino, ma può tranquillamente veicolare il virus”.

Il duro memorandum di Bassetti sul tampone “meglio del vaccino”

E Bassetti ha ricordato al docente ospite in trasmissione che “il vaccino ha lo scopo di proteggere dalla malattia grave e, anche con la variante Delta, dall’infezione nell’84% dei casi. Riguardo ai tamponi, quelli molecolari hanno una sensibilità vicina al 100%”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli