L’Isis annuncia il nuovo capo: è Abu Ibrahim al-Hashimi al-Quraishi

capo Isis al-Quraishi

L’Isis ha pubblicato un audio sui siti del network jihadista confermando la morte del capo Abu Bakr al-Baghdadi e del portavoce dello Stato Islamico Abu al-Hassan al-Muhajir: ha poi annunciato il nome del nuovo leader, ovvero Abu Ibrahim al-Hashimi al-Quraishi.

Al-Quraishi è il nuovo capo dell’Isis

La fazione ha spiegato che egli ha molta esperienza in campo religioso, ha partecipato a diversi combattimenti e, soprattutto, è un discendente della tribù al Quraishi. Questa è infatti una condizione indispensabile per poter ricoprire quel ruolo, dato che è la stessa di appartenenza del Profeta. Insieme all’annuncio, l’Isis ha anche invitato i militanti a pronunciare il giuramento di fedeltà.

Sono ancora pochi gli elementi che si hanno a disposizione sul nuovo capo e sul nuovo portavoce dello Stato Islamico. Il loro obiettivo sarà comunque di dimostrare che sono una forza notevole, molto presente, “mai così vicina alle coste dell’Europa” e in grado di colpire. Rischio avvertito anche dall’America, che dopo il raid compiuto nei confronti di al-Baghdadi teme ritorsioni.

L’esperta di jihadismo Mina al Alami aveva fatto sapere che l’organizzazione non avrebbe fatto passare troppo tempo per la nomina di un nuovo capo. I militanti attendevano infatti un segnale chiaro e un punto di ripartenza. In passato i tempi di annuncio dei nuovi leader si erano diversificati a seconda delle circostanze. Nell’aprile 2010, la morte di Abu Omar al-Baghdadi era stata rivelata dopo una settimana e il nome del suo successore dopo un mese.

Per Osama passarono invece soltanto 48 ore prima di confermarne il decesso, ma quattro mesi prima dell’esternazione del profilo di Ayman al-Zawahiri, da tempo al fianco di bin Laden.