L’Italia riparte, in zona gialla a Napoli riapre il museo MANN

·2 minuto per la lettura
featured 1307155
featured 1307155

Napoli, 29 apr. (askanews) – Con il ritorno in zona gialla in Campania ha riaperto anche il

Mann, il Museo Archeologico Nazionale di Napoli che presenta una grande mostra sui gladiatori romani; oltre 160 reperti d’epoca esposti fino al 6 gennaio 2022 nel Salone della Meridiana.

Il direttore, Paolo Giulierini.

“Finalmente possiamo condividere con il pubblico il risultato di molti mesi di lavoro dietro le quinte – ha detto – è una mostra epocale dedicata ai gladiatori; sono 160 oggetti che provengono da tutte le parti dell’Impero che raccontano la vita e il dramma

di uomini sottratti alle loro terre che diventarono beniamini del pubblico, eroi delle matrone romane ma si portarono sempre dentro un portato di sottrazione di libertà”.

Apertura tutti i giorni, tranne il martedì, dalle 9 alle 19.30. Ingresso a 10 euro (8 il ridotto, 2 per i 18/25enni). Naturalmente vengono osservate tutte le procedure anticontagio, compresi gli ingressi scaglionati ma le norme del cosiddetto “new normal” non scoraggiano i visitatori né gli addetti ai lavori.

Insomma finalmente si sente di nuovo il rumore ovattato dei passi nelle gallerie del museo, il suono di chi torna ad abbeverarsi alla fonte delle cultura, dopo mesi di forzata clausura.

“Sicuramente non ci facciamo prendere troppo dall’entusiasmo; il virus è ancora tra noi ma i musei devono essere istituzioni che non solo forniscono mostre ma educano anche a un percorso di vita adeguato e in questo senso i nostri percorsi sono in sicurezza e anche i distanziamenti, i termoscanner e l’utilizzo di mascherine come da norma – ha concluso il direttore – il Mann ha creato una comunità molto attiva e molto attentA ma

avvicinarsi a una personA e scorgere il sorriso negli occhi, vedere un bambino di fronte alle armature dei gladiatori è tutta un’altra cosa, è impagabile”.