L’italiana Gualini “veste” grattacielo di 60 piani a New York

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 23 nov. (askanews) - Gualini S.p.A, tra le più importanti realtà industriali nel settore dell'involucro edilizio - controllata del Gruppo COSTIM - rafforza la sua crescita a livello internazionale con un fatturato del +68% rispetto al 2020 e una previsione per il 2022 di oltre 60 milioni di euro annunciando il ritorno sul mercato americano post Covid con il progetto della sua società americana Gualini Inc: a New York riveste "262 Fifth Avenue", nuovo importante grattacielo residenziale di 60 piani nel cuore di Manhattan.

In particolare, la nuova commessa prevede il rivestimento di un edificio di 260 metri di altezza, tra i 30 grattacieli più alti di Manhattan. I professionisti della Gualini S.p.A. stanno curando la progettazione - architettonica ed ingegneristica - delle facciate strutturali e dei due rivestimenti architettonici. Il rivestimento "made in Italy" avrà due anime: una in mattoni in alluminio estruso, un tipo di rivestimento di particolare fattura e luminoso, l'altra, maggiormente tecnologica, è in alluminio composito e vetro fotovoltaico; si tratta di una soluzione "green" dell'avveniristico grattacielo, una nuova sfida su cui Gualini ha deciso di investire, nell'ottica di una crescita costante anche nel campo della sostenibilità.

Sempre sul fronte internazionale, sono in partenza i cantieri di Mareterra (Montecarlo, Principato di Monaco) e della Nouvelle Cité Administrative (Lille, Francia). In Italia, invece, dopo la conclusione dell'Ospedale Galeazzi, prosegue il cantiere di Merlata Bloom, a Milano, ed è in partenza la posa in opera delle coperture del Pompeii Maximall nei pressi di Napoli.

Negli ultimi anni, partendo dal rilancio della società iniziato nel 2018 con l'ingresso nel gruppo COSTIM, complice la vittoria di importanti commesse sia a livello nazionale che internazionale, la Gualini - leader nella progettazione, realizzazione e posa di facciate continue e involucri edilizi made in Italy - ha registrato un significativo aumento della produzione, nonostante il difficile contesto macroeconomico, con i ricavi che sono passati da 34 milioni nel 2020 a oltre 60 milioni di euro nel 2022. Il significativo aumento dei volumi si è riflesso sulla ulteriore crescita dell'organico - che a oggi conta circa 170 persone, più del doppio rispetto ai 70 dipendenti del 2018 - e ha reso necessario l'avvio di un progetto per ampliare lo stabilimento produttivo di Costa di Mezzate.

In particolare, è prevista l'espansione in una nuova struttura da 7.500 mq che si va ad aggiungere agli attuali 20.000 mq di spazio dedicato alla produzione, con un potenziale secondo ampliamento fino a 30.000 mq di estensione del sito produttivo, già caratterizzato dall'autoproduzione energetica. Previsto un investimento fino a 10 milioni di euro e circa 30 nuove assunzioni.

Ruggero Gualini, Presidente di Gualini S.p.A., ha dichiarato: "Gualini è nata in Italia oltre 150 anni fa come un'impresa artigianale di lavorazione del ferro a conduzione familiare e oggi è uno dei player più importanti nel settore dell'involucro edilizio, nel nostro Paese e su scala internazionale. Questa straordinaria crescita si è resa possibile grazie all'ingresso nel capitale nel 2018 da parte del gruppo COSTIM, con cui abbiamo condiviso la vision di managerializzazione e crescita dell'azienda. Le sinergie con le altre società della controllante e le importanti competenze del Gruppo hanno consentito alla Gualini di consolidare e accelerare il suo percorso di sviluppo arrivando a conquistare importanti quote di mercato all'estero".

Jacopo Palermo, Amministratore Delegato di COSTIM, ha commentato: "I risultati raggiunti da Gualini testimoniano la bontà del modello di business del Gruppo COSTIM, capace di integrare competenze diverse grazie alla creazione di sinergie tra aziende leader di settore. Economie di scala, competenze trasversali e know- how specifico consentono alle tre anime del Gruppo - Gualini, Impresa Percassi ed Elmet - di lavorare in modo sinergico garantendo un'offerta completa, integrata e altamente competitiva sul mercato".