L’Ocse taglia di 0,4 punti stima Pil Italia: crescita 2020 a zero

·1 minuto per la lettura
L’Ocse taglia di 0,4 punti stima Pil Italia: crescita 2020 a zero
L’Ocse taglia di 0,4 punti stima Pil Italia: crescita 2020 a zero

Roma, 2 mar. (askanews) – L’Ocse ha consistentemente rivisto al ribasso le previsioni di crescita globali e dell’Italia a seguito dell’esplosione del coronavirus, che sta arrecando “gravi danni” all’economia. L’ente parigino prevede ora per l’Italia una crescita 2020 a zero, ovvero 0,4 punti percentuali in meno rispetto alle stime dell’Economic Outlook dello scorso novembre. Sul 2021 ha invece mantenuto la previsione di un più 0,5%.

Sulla crescita globale l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico si attende ora un più 2,4%, ossia 0,5 punti in meno rispetto alle stime precedenti. Il dato 2021 è stato invece alzato di 0,3 punti al più 3,3%. “L’economia globale è a rischio”, ha sottolineato l’ente parigino. E la capo economista Laurence Boone, in conferenza stampa ha dichiarato che le Banche centrali “dovrebbero inviare subito un segnale sul fatto che sono pronte ad agire sul coronavirus“. “Dovrebbero essere pronte a dare più liquidità affinché i mercati possano operare nel modo più normale possibile – ha detto – infine se le prospettive economiche dovessero deteriorarsi ulteriormente, dovrebbero agire con misure espansive”.