L’ultimo aereo Usa lascia l’Afghanistan, i talebani festeggiano

·1 minuto per la lettura
featured 1490462
featured 1490462

Roma, 31 ago. (askanews) – Gli Stati Uniti hanno lasciato ufficialmente l’Afghanistan mettendo così fine alla loro presenza militare dopo 20 anni.

“Sono qui per annunciare il completamento del nostro ritiro e la fine della missione militare per evacuare i cittadini americani, i cittadini di paesi terzi e gli afghani vulnerabili” ha detto Il capo del comando centrale degli Stati Uniti, il generale Kenneth McKenzie.

Poco dopo la partenza dell’ultimo volo da Kabul i talebani hanno festeggiato con fuochi d’artificio e hanno poi camminato simbolicamente sulla pista internazionale dell’aeroporto. Il loro portavoce ha gridato alla vittoria e alla “piena indipendenza” del Paese.

Resterà simbolica la foto dell’ultimo soldato americano a lasciare il Paese. Prima di partire, l’esercito statunitense ha reso inutilizzabili i veicoli blindati, un sistema di difesa antimissilistica e decine di aerei che si trovavano all’aeroporto.

Il Segretario di Stato Usa Antony Blinken ha assicurato che i talebani dovranno guadagnarsi il supporto con i fatti: dovranno rispettare le donne e le minoranze, formare un governo inclusivo. E non devono compiere attacchi di rappresaglia.

Il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite ha approvato una risoluzione sulla partenza “sicura” dall’Afghanistan anche dopo il 31 agosto, passata con 13 voti a favore e 2 astenuti, Cina e Russia.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli