L’ultimo evento organizzato ruota intorno al "numero perfetto": Autonomia, Trasparenza e Fiducia

·2 minuto per la lettura
Umanesimo Digitale
Umanesimo Digitale

Dopo gli eventi passati del #Miniplay14 organizzato ad aprile 2020 e del Mente Agile Inside-Out di maggio 2020, con edizioni 100% online, InterlogicaHUB passa al terzo appuntamento di Umanesimo Digitale. L’ultimo evento dell’anno ruota intorno al numero tre. Il “numero perfetto”, hanno fatto sapere da InterlogicaHUB. In quanto “sintesi del pari e dispari per i pitagorici, della totalità cosmica per i cinesi. Ma anche numero magico e simbolo di molte civiltà e epoche (basti pensare alla Divina Commedia di Dante che assegna al tre e i suoi multipli un valore simbolico: tre cantiche, trentatré canti, nove gironi..)”.

InterlogicaHUB, Umanesimo Digitale arriva alla terza edizione

L’appuntamento giunge alla sua terza edizione con I tre driver dell’innovazione: Autonomia, Trasparenza e Fiducia. Queste le tre parole chiave del nuovo incontro a calendario per lunedì 30 novembre dalle 18:00 alle 19:30 nella Zoom Room di Interlogica.

Tre anche gli ospiti. Saranno presenti infatti Simone Budini, Professore di Filosofia Politica all’Università Pontificia Salesiana e PM di ERShub alla Luiss Business School; Lara Carrese, Group HR Director di Gruppo Econocom Italia e Vice Presidente di Aidp Lombardia e Gabriele Gabrielli, Executive coach, imprenditore e consulente è Consigliere delegato di People Management Lab Srl – Società Benefit e BCorp.

L’evento si pone l’obiettivo di affrontare un discorso intorno a nuovi approcci necessari non solo per i tempi incerti che stiamo vivendo, ma soprattutto per il futuro. Imprescindibile non prendere in considerazione la Fiducia. Essa si traduce nella capacità di affidarsi alle persone, abilitandole attraverso una formazione adeguata. Una formazione che a sua volta permetta di avere Autonomia nella gestione operativa per raggiungere gli obiettivi. Tutto ciò implica un approccio volto alla Trasparenza dei processi aziendali a più livelli per far sentire le persone parte integrante di un unico corpo.

Alla luce del mutato contesto produttivo, sociale e tecnologico, si vuole approfondire su spazi e tempi nuovi, su valori che le aziende devono coltivare non solo per sopravvivere, ma anche per innovare, su come far crescere business e persone per modellare una nuova spina dorsale del tessuto aziendale.