L’uomo era intento ad armeggiare con un lampioncino quando sarebbe partita la scarica fatale

Folgorato da un lampioncino in giardino
Folgorato da un lampioncino in giardino

Arriva dalla provincia di Roma la terribile vicenda di un uomo di 50 anni folgorato mentre lavora in giardino che è morto. I media spiegano che l’uomo era intento ad armeggiare con un lampioncino quando sarebbe partita la scarica fatale che lo ha ucciso malgrado soccorsi tempestivi quanto purtroppo inutili. L’incidente domestico con esito fatale sarebbe stato innescato da un cortocircuito a seguito del quale il 50enne è rimasto folgorato ed è morto, tuttavia su quel decesso sono in corso accertamenti più approfonditi.

Folgorato mentre lavora in giardino

Quel che è certo è che a Nettuno, comune del litorale alle porte di Roma, si è consumato un terribile dramma. La vittima, G.C., aveva 50 anni e l’indicente si è verificato alle 8 di martedì mattina, 2 agosto. C’è uno storico parziale dell’accaduto, per il quale l’uomo sarebbe rimasto folgorato dalla corrente elettrica mentre tentava di sistemare un lampioncino nel giardino di casa sua.

L’allarme e l’arrivo dei soccorritori

A quel punto i rumori prodotti dall’elettricità o forse le urla del 50enne hanno messo in allarme la moglie ed i vicini che hanno chiamato i soccorsi. Sul posto sono arrivate due ambulanze, ma ogni tentativo di rianimazione della vittima secondo un protocollo tenace durato quasi un’ora, si è rivelato inutile. Sul posto sono intervenuti per i rilievi anche i carabinieri della territoriale.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli