L’uomo era originario di Ercolano ed avrebbe compiuto il gesto sotto gli occhi dei passanti

Il recupero dell'auto del 49enne
Il recupero dell'auto del 49enne

Tragedia in Campania, a Portici, dove nel pomeriggio del 9 maggio un 49enne si lancia in mare con l’auto e muore. Secondo i media l’uomo era originario di Ercolano ed avrebbe compiuto il gesto sotto gli occhi dei passanti. Il dato pare accertato è che l’uomo abbia messo in atto un suicidio lanciandosi con l’automobile nelle acque del porto del Granatello di Portici, vicino Napoli, intorno alle 17.30.

Portici, 49enne si lancia in mare

Pare che l’uomo abbia volontariamente spinto la propria automobile nei flutti dopo una breve rincorsa sulla banchina, tutto questo davanti agli occhi attoniti dei passanti. Passanti che hanno dato immediatamente l’allarme a polizia municipale, Guardia Costiera e Vigili del Fuoco. Fra i primi proprio i pescatori che in quel momento si trovavano sulle barche ormeggiate. Purtroppo, come si apprende dai media, per l’uomo non c’è stato nulla da fare.

Soccorsi e recupero dell’auto, ma era troppo tardi

Dalla capitaneria di porto sono arrivati subito uomini e mezzi ma quando la vettura è stata recuperata dal fondale il condicente aveva già smesso di respirare. Franpage spiega che sul posto è arrivato anche l’assessore Maurizio Capozzo. Intorno alle 18.30 si è proceduto con il definitivo recupero della vettura. La polizia ha acquisito le immagini delle telecamere di videosorveglianza della zona allo scopo di accertare che si sia trattato di un gesto tragico e volontario.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli