L’uomo erano molto conosciuto e stimato a Boara Pisani, il paese del Padovano dove viveva e lavorava

Luca Borella
Luca Borella

Dolore improvviso e tremendo fra quanti amavano Luca Borella, morto a 56 anni per un malore sotto la doccia:  secondo quanto riportano i media del Veneto l’uomo erano molto conosciuto e stimato a Boara Pisani, il paese del Padovano dove viveva e lavorava. E il commiato di Luca sui social ha assunto un tono amarissimo quando poi si è saputo della sua sorte: “Ciao, ragazzi a domani”. Luca lavorava come bidello a scuola e la sua morte ha gettato tutti nello sconforto anche per la subitanietà del suo arrivo. Pare che dopo una serata di lavoro Luca sia andato in doccia e sia morto preda di un malore sotto gli occhi della compagna.

Luca Borella morto per un malore

Luca aveva dedicato tutta la sua vita al volontariato e al servizio della comunità. La morte del 56enne è avvenuta poco dopo la mezzanotte di venerdì 27 maggio. Luca era appena rincasato una volta terminate le prove di uno spettacolo che si sarebbe dovuto tenere nella giornata del 28 maggio. Quella che Luca stava approntando assieme agli altri sarebbe dovuta essere la “prima festa collettiva dopo il Covid”.

Festa rimandata e dolore immenso

Quella festa è stata ovviamente rinviata dopo il malore fatale di Luca con la cittadina di Boara che si ritrova orfana di un membro attivissimo della società e di una persona unanimemente riconosciuta come di altissime dori morali e comunicative. Luca era stato anche consigliere comunale, per tre mandati.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli