L’uomo, il titolare dell’esercizio poi chiuso, sarebbe dovuto essere in isolamento domiciliare

·2 minuto per la lettura
Si siede ai tavolini di un bar malgrado sia positivo e sappia di esserlo
Si siede ai tavolini di un bar malgrado sia positivo e sappia di esserlo

Incredibile a Pavia, dove un uomo positivo al covid viene trovato seduto ai tavolini del bar, la polizia lo denuncia anche nella sua veste di titolare dell’esercizio in cui ha rischiato di diffondere il velocissimo contagio della Variante Delta del coronavirus. Secondo i media locali l’uomo, un 48enne, è stato trovato dalla polizia comondamente seduto al bar di sua proprietà. Tutto normale, anche a contare che di quel bar l’uomo era il titolare, se non fosse stato per il fatto che il medesimo era positivo al Coronavirus e ipoteticamente costretto alla misura dell’isolamento domiciliare.

Positivo tranquillamente seduto ai tavolini del bar: era il titolare

A quel punto è scattata la denuncia in stato di libertà per il 48enne con un’accusa precisa, circostanziata e grave: quella di non aver osservato le norme previste per il contenimento della pandemia. Ma come hanno fatti i poliziotti a “puntare” specificatamente il titolare-avventore del locale in questione? A fare la segnalazione facendo scattare l’allarme è stato, secondo quanto raccontano i media, un cliente del locale che con ogni probabilità era a conoscenza della condizione sanitaria del titolare.

Un cliente segnala un positivo seduto ai tavolini del bar: arriva la polizia

La polizia è quindi intervenuta sul posto e ha trovato l’uomo fuori dalla sua abitazione come se nulla fosse. Il 48enne avrebbe confermato la sua positività e, “con tutta tranquillità”, avrebbe anche mostrato l’esito del tampone molecolare a cui si era sottoposto nei giorni precedenti. A fine compilazione della denuncia a piede libero, gli agenti della polizia hanno provveduto, come da prassi, ad identificare tutte le persone con le quali il titolare era entrato in contatto nel bar. Lo scopo è quello ormai noto: favorire tracciamento e screening e scongiurare l’insorgenza di un cluster-focolaio.

Un 48enne positivo seduto ai tavolini del suo bar: i precedenti non mancano

Oltre alla denuncia, la polizia locale ha disposto la chiusura del locale per cinque giorni. L’episodio ne ricorda altri molto simili verificatosi diversi mesi fa: a Montichiari, nel Bresciano, ricorda ad esempio Fanpage, un positivo al covid era “uscito di casa ed era andato a sedersi al bar in mezzo agli altri clienti. L’uomo era stato poi denunciato”. A Frosinone poi mesi fa un uomo era serenamente andato all’ufficio postale e, mettendosi in coda, aveva confessato in blanda conversazione di essere positivo. Anche in quel caso erano arrivati gli agenti del commissariato e lo avevano denunciato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli