La 18enne autistica Rowan Thompson uccisa dall’ipokaliemia, una fatale carenza di potassio

Rowan Thompson
Rowan Thompson

Dal Regno Unito arriva la vicenda di una ragazza morta per una rara malattia poco prima del processo: era accusata dell’omicidio della madre. La 18enne autistica Rowan Thompson era stata uccisa nel 2020 dall’ipokaliemia, una fatale carenza di potassio. Rowan era spirata al Prestwich Hospital ed una inchiesta della Procura di Rochdale di questi giorni ha concluso che la causa del decesso della giovane risiedeva in una patologia “pericolosa per la sua sopravvivenza”.

In aula per omicidio, morta per una rara malattia

Rowan soffriva di una rara forma di “ipokaliemia”, ovvero di carenza severa di potassio nel sangue e poco prima di morire Rowan era arrivata a pesare solo 58 chilogrammi da 71 originari. Ma qual era la vicenda delle 18enne? Suo padre, Marc Thompson, la denunciò l’omicidio della moglie avvenuto nel 2019. Dopo la separazione dei genitori, a dieci anni, Rowan era andata a vivere con la madre, Joanna Thompson.

“Portate un sacco per cadaveri”

Ma la sua salute mentale era peggiorata ed il giorno del suo 17esimo compleanno a Manchester Rowan aveva soffocato la donna e telefonato ai servizi di emergenza: “Portate un sacco per cadaveri”. In sede processuale il padre aveva parlato di un raptus omicida: “Non sapremo mai veramente cosa è successo”.