La 43enne Melissa Lockhart arrestata per occultamento di cadavere a Richmond, negli Usa

·2 minuto per la lettura
Melissa Lockhart
Melissa Lockhart

Macabra vicenda negli Usa, dove una donna trova la madre morta e la seppellisce in giardino. Spiazzante la sua giustificazione agli uomini dello sceriffo di Augusta-Tobacco, a Richmond: “Non volevo che la portassero via per l’autopsia”. La 43enne Melissa Lockhart non ha saputo accampare altra giustificazione per motivare il fatto di aver seppellito sua madre, a 67enne Miriam Lynn Lockhart, nel giardino di casa. Della morte della donna non sapeva nessuno e così la figlia ha pensato bene di “tenerla a dimora con sé”, anzi, sotto di sé. Melissa è stata arrestata con l’accusa, molto grave negli Usa, di occultamento di cadavere.

Trova la madre morta e la seppellisce in giardino; la segnalazione e il blitz

Gli agenti avevano trovato i resti della madre di Melissa lo scorso 3 giugno, dopo che a seguito di una segnalazione erano intervenuti. E una volta sul posto, secondo i media locali, gli uomini dello sceriffo avevano trovato la 43enne con un ginocchio rotto e hanno chiamato i soccorsi medici per un trasporto in ospedale. Poi si era proceduto alla perquisizione dell’abitazione e delle adiacenze, e il bingo era avvenuto in giardino. I poliziotti avevano notato una fossa poco profonda e scavata di fresco nel cortile sul retro della casa.

Trova la madre morta e la seppellisce in giardino: l’agghiacciante scoperta

E da quella fossa erano salati fuori i resti mortali di Miriam, mamma di Melissa. La 43enne, nel frattempo ricoverata in ospedale, era stata perciò interrogata sui motivi di quel gesto, criminale e strambo al contempo. La donna avrebbe risposto che si, la buca l’aveva scavata lei e che sua madre era morta di morte naturale nella notte fra il 31 maggio ed il primo giugno. Il caso, per quanto bislacco, ha dei precedenti ancora più clamorosi con una vicenda simile accaduta in Cina.

Trova la madre morta e la seppellisce in giardino: l’arresto e i perché di quel gesto

Poi la motivazione, se possibile ancora più stramba del gesto: Melissa aveva deciso di seppellire sue madre fuori casa perché la amava troppo e non voleva che un’autopsia, peraltro abbastanza improbabile una volta certificate le cause naturali del decesso, le sfregiasse il corpo. La 43enne è stata formalmente accusata di occultamento di cadavere, questo in attesa che un’autopsia, stavolta vera, stabilisca che sua madre è morta per cause naturali e che quindi in capo alla figlia ci sia un solo un profilo penale, a differenza di altri casi con colpi di scena orrendi, di cui andare a rispondere davanti al giudice.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli