La 59enne voleva pulire l'arma

·1 minuto per la lettura
Pistola
Pistola

Tragedia nella mattinata di domenica 14 marzo, a Manerba del Garda, in provincia di Brescia. Luisa Gaia, di 59 anni, è morta a causa di un incidente. Sarebbe inciampata mentre teneva una pistola in mano, da cui sarebbe esploso un proiettile che l’ha colpita alla testa.

Inciampa con la pistola in mano

Luisa Gaia è morta a causa di un colpo sparato accidentalmente con la sua pistola. Il suo corpo è stato trovato dal compagno, che è stato allertato dalle amiche della donna. Le amiche si erano preoccupate moltissimo perché da diverse ore non rispondeva al telefono a nessuna di loro. L’uomo, appena tornato a casa, ha visto il corpo della compagna e ha subito allertato le forze dell’ordine e i soccorsi, che purtroppo non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso. Inizialmente si era pensato potesse essere un suicidio, oppure un episodio violento.

Secondo la ricostruzione dei carabinieri di Manerba e Salò, che sono intervenuti sul posto, si sarebbe trattato di un incidente. Non ci sono elementi che proverebbero il coinvolgimento di altre persone. L’arma era detenuta regolarmente dalla donna e probabilmente durante la mattinata l’aveva presa per pulirla. Secondo quanto riportato da BresciaToday, i funerali saranno celebrati mercoledì 17 marzo, alle ore 16, nella chiesa di Manerba. Su Facebook, nella pagina dell’istituto alberghiero Caterina De Medici di Gardone Riviera, che la donna aveva frequentato, ci sono diversi commenti di ex compagni di classe e persone che l’avevano conosciuta, che hanno voluto esprimere un pensiero speciale per lei dopo questa terribile tragedia.