La banda di rapinatori che usava la tecnica degli abbracci

·2 minuto per la lettura
Carabinieri
Carabinieri

Una banda di rapinatori terrorizzava le persone anziane usando la tecnica dei finti abbracci. In questo modo riuscivano a derubare gli anziani dei loro oggetti.

Treviso, banda di rapinatori usava la tecnica dei finti abbracci per derubare gli anziani

La banda di rapinatori usava sempre la stessa tecnica, avvicinando con una scusa gli anziani che individuavano in strada per poi aggredirli e derubarli. In questo modo hanno messo a segno una lunga serie di colpi in poche settimane, durante la scorsa estate. Sono stati fermati dai carabinieri di Treviso coordinati dal Tenente Colonnello Marco Turrini che, dopo un’indagine durata diversi mesi, sono riusciti ad identificare e ad individuare i componenti della banda, che sono stati arrestati e portati in carcere con l’accusa di furto aggravato e rapina aggravata.

Treviso, banda di rapinatori usava la tecnica dei finti abbracci: quindici colpi tra rapine e scippi

L’inchiesta, che è stata condotta dagli uomini del Comando Provinciale dei carabinieri di Treviso, e coordinata dalla locale Procura della Repubblica, ha svelato che ci sono stati una quindicina di colpi tra rapine e scippi, tutti avvenuti durante l’estate a Treviso. A commettere questi colpi c’erano sempre gli stessi soggetti, che si spostavano per essere liberi di compiere gli atti criminali nella speranza di non essere beccati.

Treviso, banda di rapinatori usava la tecnica dei finti abbracci: non è escluso che abbiano agito in altri luoghi

Il gruppo, formato da cittadini di nazionalità rumena, è accusato di una quindicina di colpi avvenuti nella provincia di Treviso, ma non è escluso che abbiano agito anche in altri luoghi. Dopo aver individuato e avvicinato la vittima scelta, la banda utilizzava la “tecnica dell’abbraccio“. Uno di loro faceva finta di abbracciare l’anziano, per poi strappargli collanine, bracciali oppure orologi di valore. In alcuni casi hanno effettuato vere e proprie aggressioni.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli