La battaglia di Britney Spears in tribunale contro il padre

·1 minuto per la lettura

AGI - "Sono traumatizzata, non sono felice, non posso dormire, sono arrabbiata: rivoglio la mia vita".

Così Britney Spears rompe il silenzio in tribunale, a Los Angeles, dove va in scena la battaglia legale contro il padre padrone Jamie Spears che da 13 anni gestisce le sue finanze, dopo il crollo nervoso della pop star nel 2008.

Britney Spears, che quest'anno compirà 40 anni, chiede che venga tolta al padre la "conservatorship", cioè a dire la tutela legale esercitata in genere su chi ha disturbi mentali. Fuori dal tribunale cronisti, fan e sostenitori del movimento globale #FreeBritney.

La star non canta in pubblico dal 2018, via Twitter ha spiegato di essere in una fase di trasizione e si dice che voglia rilasciare un'intervista denuncia a Oprah Winfrey proprio come hanno fatto il principe Harry e la moglie Meghan Markle. 

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli