La Bce aumenta i tassi dello 0,25% a luglio

JOHN THYS / AFP

AGI - Il Consiglio direttivo intende aumentare i tassi di interesse chiave della Bce di 25 punti base nella riunione di politica monetaria di luglio. Lo rende noto l'Eurotower. "Prevediamo di aumentare nuovamente i tassi di interesse di riferimento della Bce a settembre - ha sottolineato la presidente, Christine Lagarde -  La calibrazione di questo aumento dei tassi dipenderà dalle prospettive aggiornate sull'inflazione a medio termine... Oltre settembre, sulla base della nostra valutazione attuale, prevediamo che sara' appropriato un percorso graduale ma sostenuto di ulteriori aumenti dei tassi di interesse".

"Intendiamo aumentare i tassi di interesse di riferimento della Bce di 25 punti base nella riunione di politica monetaria di luglio", aggiunge come indicato nel comunicato con le decisioni di politica monetaria.

La guerra in Ucraina ha inoltre spinto la Bce a rivedere al ribasso le proprie stime sulla crescita nel breve termine. In particolare, l'Eurotower stima ora che il Pil salirà del 2,8% quest'anno contro il 3,7% di marzo e del 2,1% nel 2023 a fronte del 2,8% precedentemente previsto. Per il 2024 invece vede una crescita al +2,1% contro +1,6% precedente. Rispetto alle proiezioni di marzo, le prospettive sono state riviste significativamente al ribasso per il 2022 e il 2023, mentre per il 2024 sono state riviste al rialzo.

"L'aggressione ingiustificata della Russia all'Ucraina continua a pesare sull'economia europea e non solo. - si legge nella nota della Bce - Sta interrompendo gli scambi commerciali, sta causando carenze di materiali e sta contribuendo all'aumento dei prezzi dell'energia e delle materie prime. Questi fattori continueranno a pesare sulla fiducia e a frenare la crescita, soprattutto nel breve periodo".

Tuttavia, aggiunge l'Eurotower, "ci sono le condizioni perché l'economia continui a crescere, grazie alle riaperture, al forte mercato del lavoro, al sostegno fiscale e ai risparmi accumulati durante la pandemia. Una volta che gli attuali venti contrari si saranno attenuati, l'attivita' economica dovrebbe riprendere a crescere".

"L'inflazione elevata è una sfida importante per tutti noi. Il Consiglio direttivo farà in modo che l'inflazione torni al suo obiettivo del 2% nel medio termine": lo si legge nella nota della Bce con le decisioni di politica monetaria. "A maggio l'inflazione e' nuovamente aumentata in modo significativo, soprattutto a causa dell'impennata dei prezzi dell'energia e dei generi alimentari, anche a causa dell'impatto della guerra. - spiega l'Eurotower - Ma le pressioni inflazionistiche si sono ampliate e intensificate, con un forte aumento dei prezzi di molti beni e servizi. Lo staff dell'Eurosistema ha rivisto significativamente al rialzo le proprie proiezioni di base sull'inflazione. Queste proiezioni indicano che l'inflazione rimarra' indesideratamente elevata per qualche tempo".

Dopo settembre "sulla base dell'attuale valutazione, il Consiglio direttivo prevede che sarà appropriato un percorso graduale ma sostenuto di ulteriori rialzi dei tassi di interesse".  La nota suggerisce che il percorso è "in linea con l'impegno del Consiglio direttivo a raggiungere l'obiettivo del 2% a medio termine, il ritmo con cui il Consiglio direttivo adeguera' la propria politica monetaria dipendera' dai dati in arrivo e dalla valutazione dell'evoluzione dell'inflazione a medio termine".

Il Consiglio direttivo della Bce, in ogni caso, "è pronto ad adeguare tutti i suoi strumenti, incorporando la flessibilita' se giustificata, per assicurare che l'inflazione si stabilizzi al suo obiettivo del 2% nel medio termine". Nell'ambito del mandato della Bce, "in condizioni di stress, la flessibilità rimarrà un elemento della politica monetaria ogniqualvolta le minacce alla trasmissione della politica monetaria mettano a rischio il raggiungimento della stabilità dei prezzi".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli