“La botanica di Leonardo”, la mostra apre i battenti a Firenze

È stata inaugurata a Firenze, nel complesso monumentale di Santa Maria Novella, “La Botanica di Leonardo” Scienza fra arte e natura, una grande mostra che esplora gli studi botanici di Leonardo da Vinci. Dal 13 settembre al 15 dicembre, la botanica leonardiana diventerà un punto di osservazione privilegiato, una riflessione sull’evoluzione scientifica e la sostenibilità ecologica. Tavole originali, installazioni interattive e piante reali, a creare un percorso attraverso le intuizioni e le innovazioni del pensiero “sistemico” leonardesco, capace di combinare arte e scienza, e di guardare alla vita e alla natura come un’entità unica. L’esposizione, allestita all’interno dei suggestivi spazi del Complesso monumentale di Santa Maria Novella, accompagna lo spettatore attraverso una straordinaria sequenza di disegni e istallazioni multimediali, ricca di dettagli e elementi unici. A questi si accompagna una sfilata di piante vere, selezionate fra quelle disegnate o citate da Leonardo nei suoi scritti, che si intrecciano a un'introduzione sulla rinascita filosofica, artistica e tecnica della Firenze della seconda metà del Quattrocento.  Un percorso che si articola come un “organismo vegetale”, un’immersione dal sapore magico tra alberi, foglie e intrecci che evocano, nel gioco fra reale e virtuale. Una mostra ideata e prodotta da Aboca, in collaborazione con il Comune di Firenze e l’Associazione MUS.E. in cui gli scritti e i disegni dell’intellettuale toscano si mostrano come intuizioni di rilievo assoluto, in una visione della scienza dinamica e mai banale, ricca di implicazioni e riferimenti che ancora oggi affascinano e spingono l’uomo verso nuovi orizzonti scientifici.