La Brexit è prorogata al 31 gennaio

"L'Ue a 27 ha convenuto che accetterà la richiesta del Regno Unito di una estensione flessibile di Brexit fino al 31 gennaio 2020. La decisione dovrebbe essere formalizzata attraverso una procedura scritta". Lo dice il presidente del Consiglio Ue, Donald Tusk. La decisione è emersa dalla riunione degli ambasciatori dei 27 Stati membri iniziata alle 10 a Bruxelles. L'accordo concederebbe la possibilità per il Regno Unito di lasciare l'Unione europea anche prima, ovvero nel momento in cui l'accordo di ritiro viene ratificato. 

Nella bozza di accordo circolata a Bruxelles nelle ultime ore si prevede appunto la cosiddetta 'flextension', una proroga flessibile, che prevede l'uscita di Londra dalla Ue il primo dicembre, il primo gennaio o il primo febbraio a seconda che la dell'accordo avvenga a novembre, a dicembre o a gennaio. Il documento ricorda inoltre che il Regno Unito rimane membro della Ue fino alla data di uscita e dunque è obbligato a indicare il nome di un commissario che dovrà fare parte della squadra di Ursula von der Leyen.