La campanella sta per suonare in tutta Italia e dopo le vacanze estive arrivano le “novità”

Primo giorno di scuola senza mascherine in Alto Adige
Primo giorno di scuola senza mascherine in Alto Adige

Primo giorno di scuola senza mascherine per gli studenti dell’Alto Adige, con la campanella che sta per suonare in tutta Italia e con le vacanze estive dopo le quali arrivano le “novità” in ordine alle misure anti Covid. Sono tornati in classe dunque tutti gli studenti dell’Alto Adige. Come consueto sono loro a fare da “apripista”, così come saranno gli ultimi a finire per avere vacanze più lunghe in inverno.

Scuola senza mascherine in Alto Adige

Il sottosegretario all’Istruzione Rossano Sasso ha dichiarato per l’occasione: “L’auspicio è che sia il più possibile un anno scolastico senza emergenze, vissuto nella massima serenità da tutti”. In particolare il suo è un augurio per il primo anno scolastico senza mascherine dopo l’epoca covid-19. Sono quasi novantamila gli studenti della provincia di Bolzano che godranno delle nuove “libertà” fra cui spicca l’addio alle mascherine e ai controlli della temperatura all’ingresso.

Le nuove “libertà” in classe

Non solo, a loro toccherà stare in classe ma dicendo addio alla prospettiva della quarantena per i contatti dei positivi. L’addio definitivo però è quello alla Dad, la Didattica a distanza anche in caso di positivo in classe. Le nuove regole prevedono infatti che i positivi vadano in isolamento come malati senza nessun obbligo di seguire le lezioni a distanza. Gli stessi insegnanti non vaccinati potranno tornare in aula a fare lezione. La chiosa è dell’assessore all’istruzione di lingua italiana Giuliano Vettorato: “Un bel banco di prova, siamo felici di vedere i sorrisi dei ragazzi che tornano a scuola”.