La canapa assorbe più anidride carbonica di qualsiasi bosco

ANTOINE BOUREAU / HANS LUCAS / HANS LUCAS VIA AFP

AGI - La canapa potrebbe rivelarsi un formidabile strumento nella lotta al cambiamento climatico? Se lo chiede il Guardian che svela come alcuni ricercatori affermino che questa pianta che ha una crescita rapida (può arrivare a 4 metri in cento giorni) “sia due volte più efficace degli alberi nell'assorbire e bloccare il carbonio”

I ricercatori infatti sostengono che con 1 ettaro (2,5 acri) di canapa si assorbano da 8 a 22 tonnellate di CO2 all'anno, più di qualsiasi bosco. La Co2 è anche fissata in modo permanente nelle fibre di canapa, che possono essere utilizzate per molti prodotti tra cui tessuti, medicinali, isolamento per edifici e cemento. Tant'è che la Bmw, riferisce il quotidiano, “la sta persino utilizzando per sostituire la plastica in varie parti dell'auto”.

Tuttavia, a differenza di molti altri paesi, lamenta il Guardian, “il Regno Unito classifica ancora la canapa industriale come droga controllata e la coltivazione della pianta necessita di una licenza del Ministero degli Interni”.

Così, se oggi la coltivazione in Gran Bretagna è solo di circa 800 ettari, “il lavoro presso l'Università di York e il Biorenewables Development Center mira ad aumentare questa coltivazione a 80.000 ettari e rendere la canapa una coltura su cui puntare nel Regno Unito”, asserisce il quotidiano londinese.