La cannabis svizzera si prepara a conquistare l’Europa

·1 minuto per la lettura
featured 1357398
featured 1357398

Roma, 28 mag. (askanews) – L’azienda svizzera Phytocann, che produce piante di cannabis legale ricche in cannabidioli (Cbd), sogna di conquistare l’Europa. Per farlo, tuttavia, sta cercando di districarsi nell’eterogenea legislazione del Vecchio continente riguardante l’utilizzo di questi prodotti, ancora molto legati all’immagine di una pianta ricca di Thc, il noto principio attivo psicotropo della canapa.

“Di fatto abbiamo una coltura totalmente biologica – spiega a Afp l’agronoma di Phytocann, Capucine Landron – abbiamo delle varietà che sono un po’ più fruttate, intense, altre che sono un po’ più terrose, legnose e qui, per poter avere dei fiori che sono in questo stadio, siamo passati attraverso diverse tappe, tappe di potatura, tappe in cui abbiamo fertilizzato con delle preparazioni naturali che prepariamo da soli”.

“Ciò che è importante per me è davvero il rispetto del consumatore e il non uso di prodotti sintetici o chimici, perché questi prodotti saranno inalati o consumati”.

Il mercato della cannabis è in forte crescita. L’ad di Phytocann, Alexandre Lacarré:

“Dal 2017 abbiamo aumentato la nostra produzione, i marchi, la distribuzione e le quote di mercato, specialmente in Svizzera, ma da oltre un anno anche nell’Unione europea, soprattutto in Francia”.

“Sia in termini di evoluzione, che in termini di produzione, il volume d’affari, il lancio e la creazione di prodotti, di brand, il lancio di progetti, andremo a crescere annualmente del 100% e credo che questo sarà ancora più importante quando alcuni mercati europei avranno regolato la commercializzazione dei vari prodotti Cbd”, ha concluso.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli