La carenza di farmaci per l’iniezione letale spinge Camera e Senato a rintrodurre la pratica

·2 minuto per la lettura
La sedia elettrica è l'alternativa al plotone di esecuzione in SC
La sedia elettrica è l'alternativa al plotone di esecuzione in SC

In South Carolina torna il plotone di esecuzione per i condannati a morte, lo prevede una legge varata dalla Camera Statale che in questo modo vorrebbe ovviare alla carenza ormai cronica dei farmaci necessari a comporre il mix dell’iniezione letale, indicata fino ad oggi come uno dei due “metodi” di soppressione. Attenzione: in realtà nel sistema legislativo della SC il condannato a morte ha una sorta di “possibilità di scelta” fra due opzioni, solo che prima doveva scegliere fra sedia elettrica e iniezione letale, d’ora in poi potrà scegliere fra sedia elettrica e fucilazione.

South Carolina, torna il plotone di esecuzione per i condannati a morte, è il quarto stato a sceglierlo

In punto di semplice (ed agghiacciante) numerazione la Carolina del Sud diventerebbe così il quarto stato Usa ad inserire l’opzione fucilazione (un ossimoro evidente) nel novero delle due che un “dead man walking” può prendere in esame. Gli altri stati con regole simili sono Utah, Oklahoma e Mississippi. La Camera ha approvato il testo con 66 voti a favore e 43 contrari, questo dopo il disco verde del Senato che era già arrivato un mese fa, a marzo. Il secondo passaggio avrebbe previsto alcuni “ritocchi” alla legge, che dopo il doppio step arriverà sul tavolo del governatore Henry McMaster, in forza ai repubblicani, per la firma finale.

South Carolina, torna il plotone di esecuzione per i condannati a morte. Il governatore: “Firmerò subito”

I farmaci per l’iniezione letale scarseggiano ormai dal 2013 e McMaster non ha avuto remore nel commentare questa soluzione come una sorta di “Uovo di colombo giusizialista”: “Abbiamo fatto un passo avanti per dare giustizia alle famiglie delle vittime e ai loro cari. Firmerò questa legge non appena arriverà sulla mia scrivania” . In Carolina del Sud non c’è un’esecuzione capitale dal 2011 ma nel braccio della morte sono tuttora detenute, in attesa di morire, 37 persone.

South Carolina, torna il plotone di esecuzione per i condannati a morte: la “firing squad”

Le “firing squad” selezionate negli organici di polizia e Us Marshall a sorteggio o su base volontaria con incentivi economici incentivi economici hanno operato negli usa solo tre volte dal 1976. Nella fucilazione c’è tutta una procedura orribile in cui è difficile discernere le necessità del semplice protocollo: essa avviene apponendo un cerchietto bianco in corrispondenza del cuore del condannato per facilitare la mira dopo che un medico ha “escusso” il petto con lo stetoscopio. Il condannato viene incappucciato e posto in una sala apposita con sacchetti di sabbia intorno per evitare proiettili vaganti di rimbalzo e appositi fori gialli in parete ai lati del tronco per facilitare l’aggiustamento linea di tiro. Dei cinque membri del plotone uno ha il fucile caricato a salve senza che si sappia chi sia, nel tentativo un po’ ipocrita di manlevare ciascuno dei membri dalla certezza di essere stato lui a dare la morte. Prima che il plotone spari, il cappuccio viene tolto.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli