La Chianello in caserma per non aver rispettato distanziamento e misure di sicurezza

·1 minuto per la lettura
Angela Chianello questura
Angela Chianello questura

Angela Chianello, la donna diventata famosa per il tormentone ‘Non ce n’è Coviddi’, sarebbe stata convocata in questura per il suo videoclip ispirato al tormentone e le cui immagini sono diventate virali nei giorni scorsi.

Angela Chianello in questura

Stando a indiscrezioni Angela da Mondello sarebbe stata convocata in commissariato ed è probabile che per lei e per il suo agente scatti la denuncia. Nei giorni scorsi infatti Angela Chianello aveva annunciato l’imminente uscita del videoclip della sua prima canzone, le cui immagini erano diventate virali. Nel video Angela Chianello era ritratta con altre persone, tutte senza mascherina e senza il dovuto distanziamento sociale. La vicenda ha sollevato un polverone in rete, ed è probabile che sia questo il motivo che ha spinto la questura ad avviare un procedimento contro la donna.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Angela Chianello (@angelachianello_real) in data: 8 Nov 2020 alle ore 4:56 PST

Dopo il tormentone “Non ce n’è Coviddi” Angela Chianello ha raggiunto un’inaspettata popolarità sui social dove in questi mesi aveva ritrattato quanto da lei affermato specificando che il virus ci fosse e che fosse importante indossare le mascherine. Nel video che ha destato scalpore – in uscita il 10 novembre su YouTube – la Chianello sarebbe stata ripresa mentre cantava e ballava insieme ad almeno altre 20 persone, tutte senza mascherina. In tanti sui social hanno commentato le prime immagini del videoclip circolate in rete criticando aspramente la Chianello e le persone che erano con lei.