La chiave che apre tutte le serrature

La chiave che apre tutte le serrature

Una chiave universale, capace di aprire ogni serratura partendo solo da una foto della stessa, e che si possa creare con una stampante in 3D. L'ambizioso progetto sembra ideato da uno sceneggiatore televisivo e destinato a rimanere confinato nell'immaginazione. Ma non è così, grazie a Christian Holler, un ingegnere e designer tedesco che ha progettato insieme a Jos Weyers, l'innovativa tecnologia che permetterà di aprire ogni porta. Guardala in azione nel video


Il progetto che sarà presentato al LockCon 2014, riesce a riprodurre ogni tipo di chiave grazie al software di loro creazione Photobump: fotografando la serratura si potrà riprodurre la chiave adatta ad aprirla. Questo dimostra che "nonostante sul mercato ci siano molte serrature definite a prova di scasso, una grandissima quantità di esse è in realtà vulnerabile", spiega Holler, che mette in guardia i produttori.

Partendo dalla foto di un buco della serratura, si prende una chiave vuota, con scanalature generiche, e le si creano grazie all'analisi dei perni. Per determinarne l'esatta posizione si usa uno dei software di taglio chiave in circorlazione.

Tuttavia Holler e Weyers non si sono inventati niente di nuovo: da anni infatti è possibile eseguire una copia della chiave che apre la serratura, grazie a un modello vuoto e un martello. Inserita la chiave nella serratura, con qualche colpo di martello, la chiave viene plasmata per aderire a tutte le scanalature necessarie per aprire la porta.

L'innovazione messa in luce da Holler sta nel fatto che la chiave viene stampata in 3D con un'indicazione di massima delle scanalature, ma poi viene rifinita sempre in relazione alla serratura di destinazione con l'aiuto del più classico dei martelli.

Lo stesso Holler ha dichiarato che non crede che i ladri utilizzeranno la sua invenzione a causa dell'impatto distruttivo di tale tecnica. Anche se dotato di chiave stampata in 3D, il ladro dovrebbe inserirla nella serratura e definirla per modellarla. "Un metodo troppo distruttivo", secondo Holler. Ma quale criminale non si farebbe tentare dall'idea di poter aprire ogni porta esistente al mondo? Per scoraggiare ogni possibile malintenzionato, il software Photobump non sarà reso pubblico.








Una vicenda che ricorda quella della chiave bulgara, il trucco dei ladri per aprire tutte le porte. Ecco come funziona